Matteo Giuliani Díez

MATTEO GIULIANI pianist

Es responsabilidad del artista conectar el mundo espiritual del pensamiento, donde surge el arte, con el mundo material y cotidiano en el que vivimos.

Matteo Giuliani

Affronta il grande pubblico già da molto giovane quando viene selezionato insieme ad altri bambini per suonare a Berlino con Lang Lang e Herbie Hancock. Come solista con orchestra debutta a dodici anni all’Auditorio Nacional di Madrid con il Concerto n. 5 per pianoforte e orchestra “Imperatore” di Beethoven. Tre settimane più tardi nella stessa sala esegue il Concerto n. 3 del compositore tedesco. A 15 e 16 anni a Castel Rigone (Perugia) gli vengono affidati i concerti di chiusura del Festival Giovani Concertisti dove interpreta, rispettivamente, il Concerto n. 3 di Beethoven e il Concerto n. 1 di Chopin. A 17 anni suona il Concerto n. 3 di Rachmaninov e a 19 il Concerto n. 4 di J. S. Bach, entrambi all’Auditorio Ciudad de León (Spagna). A 19 anni è solista nella Fantasia Corale di Beethoven all’Auditorio Nacional di Madrid.

Matteo ha inoltre sviluppato un ampio repertorio pianistico che ha avuto occasione di interpretare in numerosi recital tenuti in sale di prestigio, tra cui il Palazzo Chigi Saracini (Accademia Chigiana, Siena), Auditorio Sony di Madrid, Casa de las Flores del Palacio de la Granja de San Ildefonso di Segovia, Festival Música en Otoño de Canarias, Teatro de Gloggnitz (Austria), Ayuntamiento de Málaga, Ateneo di Valencia, Consolato del Portogallo a Siviglia, Ateneo di Madrid. Nel 2021 Matteo ha inaugurato il prestigioso Ciclo de Jóvenes intérpretes de la Fundación Scherzo all’Auditorio Nacional di Madrid. Recentemente è stato invitato dagli Amici della Musica di Foligno (PG) per tenere un recital all’Auditorium San Domenico. A giugno suonerà nel Maggio Musicale a Villa Pignatelli (Napoli).

Notevole anche la sua attività di camerista in varie formazioni, come il Trio Mozart de Deloitte (concerti al Teatro Real e al Real Casino di Madrid) oppure in duo con il violinista Javier Comesaña (Ciclo Noches en los Jardines del Alcázar en los Reales Alcázares di Siviglia).

Si è distinto in numerosi concorsi nazionali e internazionali, tra i quali ricordiamo il 1º premio Neapolitan Masters International Competition,  finalista al Nomea International Competition, 1º premio Mundi Talent Awards, 1º premio al III Concurso Internacional de piano Ciudad de Sevilla Julio García Casas, dove ha ricevuto anche il premio straordinario per la migliore interpretazione di un’opera di Chopin, 1º premio al Concurso “Marisa Montiel” a Linares (in due edizioni), 1º premio al Concurso Internacional de Piano Santa Cecilia, Fundación Don Juan de Borbón (in due edizioni), secondo premio al Concurso Infanta Cristina, premios Loewe-Hazen di Madrid, 1º premio al Certamen Nacional de Piano Veguellina de Órbigo, León.

Ha seguito corsi di perfezionamento e masterclasses tenuti da pianisti affermati quali Lilya Zilberstein (Accademia Chigiana, Siena, 2016, 2017 e 2021), Elisabeth Leonskaja, Josep Colom, Rena Shereshevskaya, Joaquín Achúcarro, Eldar Nebolsin, Orazio Maione, Joaquín Soriano, Boris Berman, Claudio Martínez-Mehner, Nino Kereselidze e Stefan Vladar.

Dopo aver iniziato la sua formazione pianistica sotto la guida di Ruzan Badalian, studia privatamente con Ana Guijarro, direttrice del Real Conservatorio Superior di Madrid. Nel 2017 inizia a studiare sotto la guida di Dmitri Bashkirov presso la prestigiosa Escuela Superior de Música Reina Sofía di Madrid dove, nel 2021, ottiene il diploma di Bachelor of Music. Nel 2022 inizia gli studi di Master presso la Musikhochschule Hanns Eisler di Berlino.